Piano Triennale e Offerta Formativa

 L’autonomia e unicità della scuola si esprime nel POF attraverso la descrizione:

  • degli ambienti e delle scelte nella gestione degli spazi
  • delle discipline e delle attività liberamente scelte all’interno del curricolo loro riservata;
  • delle possibilità di opzione offerte agli studenti e alle famiglie;
  • delle discipline e attività aggiuntive nella quota facoltativa del curricolo;
  • delle azioni di continuità, orientamento, sostegno e recupero corrispondenti alle esigenze degli alunni concretamente rilevate;
  • dell’articolazione modulare di gruppi di alunni provenienti dalla stessa o da diverse    classi;
  • dell’organizzazione adottata per la realizzazione degli obiettivi generali e specifici dell’azione didattica;
  • dei progetti di ricerca e sperimentazione.

YIESCHOOL è una scuola primaria bilingue con classi dalla prima alla quinta, una sezione per classe.

Scuola multilingue e multiculturale, il suo modello è ispirato ai principi educativi espressi e indicati nelle linee guida del  Consiglio d’Europa volti allo sviluppo olistico della persona bambino e alla formazione della base sulla quale crescerà da infante a giovane adulto, competente in discipline e in capacità, in apprendimento continuo: “life long learner”.

Alle materie tradizionali si aggiunge la veicolazione delle materie curriculari e specialistiche in lingua straniera che rinforzano le competenze e aiutano un naturale approccio aperto e costruttivo verso qualsivoglia disciplina. L’inserimento di competenze innovative come la programmazione, la robotica e il design arricchiscono il bagaglio di competenze del sapiente del 21° secolo.

Tutte le discipline trovano espressione e vengono valorizzate nell’approccio di YIES. Il loro rinforzo attraverso l’utilizzo delle lingue straniere crea un’armonia espressiva in cui il bambino cerca e trova le discipline a lui più congeniali.

La Scuola è aperta a tutti senza alcuna discriminazione di razza, censo e religione.

 

L’edificio e le sue strutture

La palazzina, situata in una zona tranquilla, è collocata nel mezzo di due strade residenziali.  La posizione permette di offrire due diversi ingressi, uno principale e ampio dove avviene l’ingresso e l’uscita dei bambini in condizioni di sicurezza ed uno di servizio. La parte dell’ingresso principale offre anche buone opportunità di parcheggio per chi accompagna gli alunni.

Dotata di un’ampia area verde ed attrezzata offre una soluzione valida per accogliere alunni di giovane età garantendo loro la possibilità di vivere serenamente le loro giornate scolastiche.

La struttura, disposta su due livelli, ospita nel piano seminterrato spazi dedicati alle attività fisiche e ricreative. Nel piano primo, invece, vengono ospitate le aule della scuola primaria e gli uffici amministrativi.

Entrambi i piani sono ampiamente illuminati e areati, garantendo una naturale diffusione della luce ed una piacevole vista sugli spazi verdi circostanti.

Ogni piano è dotato di servizi adatti all’età dei bambini: l’edificio, ristrutturato nel 2008 e parzialmente rimodernato nel 2016, è a norma secondo la legge vigente inerente l’abbattimento di tutte le barriere architettoniche.

La scuola ha un responsabile della sicurezza protezione prevenzione ed è conforme ed aderente nell’applicazione delle procedure HACCP.

Aule

Le aule sono ampie e luminose. Ogni aula è attrezzata con la dotazione necessaria per arricchire le lezioni con ricerche via web, video, foto ecc. con l’uso di proiettore e computer. Ogni classe possiede una piccola varietà di libri pertinenti agli argomenti programmati dagli insegnanti. Inoltre, c’è un angolo con tappeto e cuscini riservato al Circle Time (accoglienza mattutina) e alla lettura.

 

Biblioteca

La biblioteca è uno spazio accogliente dove gli alunni sono liberi, con qualche suggerimento da parte dell’insegnante preposto, di scegliere i libri che ritengono interessanti. I libri possono essere letti in biblioteca e possono essere prestati e portati a casa. La scelta e il prestito dei libri, le letture ad alta voce, l’animazione di storie, sono tutte attività svolte abitualmente in biblioteca e diventano preziosi strumenti per conoscere e amare il libro. La biblioteca offre libri in inglese, italiano e spagnolo. E’ considerato un angolo ispiratore anche per la scrittura.

Laboratorio di Arte

E’ costituito da un’area attrezzata con diversi materiali dalla carta, ai colori, al materiale riciclato (tappi, CD, stoffe, cartoni ecc.) per utilizzare diverse tecniche espressive. E’ caratterizzato da colori e forme che stimolano l’espressione artistica in modo che i bambini diventino agenti attivi della propria creatività e del proprio apprendimento.

Incentivare la maturazione del gusto estetico, promuovere un primo livello di acquisizione critica dei linguaggi visivi, potenziare la creatività espressiva, aiuta gli alunni a riconoscere e comunicare le proprie emozioni, a rafforzare l’autostima oltre che ad educare all’espressione e all’apprezzamento del bello.

Laboratorio di Design/Project management

C’è uno spazio dedicato al Design inteso come cultura del progetto e veicolo per sviluppare creatività, innovazione e soluzione dei problemi attraverso lo sviluppo delle fasi progettuali di oggetti e/o progetti. Tutto questo a misura di bambino ma con l’obiettivo di porre le basi per progetti sempre più articolati e complessi che dovranno affrontare da giovani adulti. Il laboratorio di Design si focalizza sullo sviluppo del processo di organizzazione del progetto e non tanto e non solo sul prodotto del progetto stesso, con  finalità di autovalutazione e riflessione critica sul procedimento. Il project management conduce con naturalezza allo sviluppo del lavoro di gruppo e della cooperazione.

 

Laboratorio di Scienze

C’è un ampio spazio attrezzato dedicato alle Scienze. Le attività svolte nel laboratorio scientifico, attraverso il “metodo della scoperta” e dell’esperienza pratica, rendono l’alunno protagonista attivo delle esperienze educative e attraverso il cooperative learning promuovono il lavoro di gruppo e massimizzano l’esperienza di apprendimento. Il laboratorio è dotato di strumenti quali microscopi, bilance, lenti, telescopio, pietre minerali e diverse attrezzature per gli esperimenti adeguati alla fascia di età e al programma.

Laboratorio di Matematica

C’è uno spazio fisico, attrezzato con supporti di diversa natura per lo studio della Matematica e la sua pratica. Dalla classe 4, la piattaforma digitale Redooc rinforza e aiuta lo sviluppo di competenze matematiche e logiche e, attraverso una pratica continua e per molti aspetti ludica, aiuta l’acquisizione degli automatismi necessari allo sviluppo ulteriore delle competenze matematiche.

La sintesi dell’approccio italiano tradizionale, più teorico e accademico, con la pratica e il calcolo mentale più tipicamente anglosassone, nelle due lingue, consente una ginnastica mentale utile a potenziare l’area tecnico-scientifica.

Laboratorio Musicale

C’è uno spazio dedicato alla Musica adeguatamente rifornito di strumenti, quali piano elettrico, chitarre, flauti, percussioni e strumenti etnici quali maracas e bonghi. La finalità principale del laboratorio sarà quella di dare un’occasione ai bambini per sperimentare diversi modi di fare Musica familiarizzando con i suoni, sperimentando rumori, inventando modi di esprimersi attraverso le canzoni e il ritmo.

 

Palestra

C’è uno spazio ampio e luminoso dove si svolgono giochi di movimento, sport e attività motorie varie. Giocando in palestra si imparano anche le tabelline e le regole grammaticali. Il gioco di gruppo affina capacità sociali e sviluppa empatia e rispetto delle regole.

Lo spazio Palestra è anche lo spazio dedicato al Laboratorio teatrale in lingua inglese.

Area esterna e Orto/ Giardino

C’è un grande spazio verde dove trascorrere gli intervalli tra le attività didattiche. Si può giocare a calcio, pallavolo e basket. Si può correre o semplicemente inventarsi dei giochi. In una piccola area del giardino è stato costituito uno spazio adibito al laboratorio di orticultura e giardinaggio dove i bambini hanno la possibilità di coltivare e prendersi cura delle piante, dei fiori e degli ortaggi, venendo direttamente a contatto con le molteplici fasi della vita degli organismi e dello scorrere delle stagioni. C’è lo spazio delle piante officinali.

La progettazione e l’organizzazione dell’orto, permette ai giovani studenti di applicare in modo concreto gli studi matematici, scientifici e tecnici consolidandoli attraverso un metodo alternativo agli studi iniziati in classe.

La presenza di un piccolo stagno consente la sperimentazione di diverse esperienze come il ciclo di vita degli anfibi, lo studio delle generazioni di pesci, la gestione dell’equilibrio floro-faunistico di un eco-sistema bilanciato.

 

 

Organigramma 

La Direzione della scuola è affidata alla Dott.ssa Angela Francesca Paladino: laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne con esperienza di insegnamento, ha  solide competenze manageriali, di comunicazione e di formazione sviluppate in società multinazionali e con un’attenzione particolare alla connessione scuola/lavoro. Visti gli eccellenti risultati raggiunti dai suoi due figli che hanno frequentato una scuola bilingue, la Dott.ssa Paladino ha deciso di fondare la scuola YIES. La scuola offre un programma innovativo che sviluppa competenze, capacità e conoscenze  non solo dal punto di vista linguistico.

I docenti, in possesso di Laurea coerente con le materie di insegnamento e con il progetto della scuola,  sono madrelingua inglese, italiana e spagnola e vantano una lunga esperienza d’insegnamento in scuole internazionali e bilingui.

La Segreteria Scolastica è seguita dalla Signora Daniela Maspero. Per qualsiasi necessità è possibile telefonare al numero 345 834 7521 o scrivere una mail a: segreteria@yieschool.com

 

 

CALENDARIO SCOLASTICO  (Esempio- Anno Scolastico 2016 2017)

Primo giorno di scuola 12 settembre
Chiusura di Ottobre 28 ottobre-1 novembre 
Ponte dell’Immacolata 8-9 dicembre
Vacanze di Natale 21 dicembre – 6 gennaio
Chiusura di Marzo 1-2-3 marzo
Vacanze di Pasqua 12 aprile – 25 aprile
Festa del Lavoro 1 maggio
Festa della Repubblica 2 giugno
Ultimo giorno di scuola 23 giugno

Il calendario scolastico viene articolato su un periodo di dieci mesi per consentire una più armonica distribuzione del tempo – lavoro e del tempo – vacanza.  All’interno delle settimane il monte ore delle singole materie rispetta le indicazioni ministeriali e ad esso si aggiungono i laboratori per un totale di 35 ore settimanali. Inoltre,  le attività post-scolastiche  si integrano perfettamente sia nella filosofia, sia nella organizzazione della scuola e costituiscono naturale prosecuzione del lavoro di aula.  La scuola è aperta dal Lunedi al Venerdi e le lezioni si svolgono dalle ore 8.50  alle ore 15.00. Dalle ore 15.00 alle ore 16.00 attività e lezioni laboratoriali in lingua inglese. Dalle ore 16.00 alle ore 17.00 extra clubs e doposcuola.  

Organizzazione della giornata

  • dalle ore 08.00: ingresso con servizio pre-scuola;
  • dalle ore 08.40 alle 8:50: servizio di drop-off e attività fisica esterna
  • dalle ore 8:50 alle ore 10:45 : lezione
  • dalle ore 10:45 alle 11:00 : gioco libero in giardino
  • dalle ore 11:00 alle ore 12:00 : lezione
  • 12:00 : apparecchiare la tavola e pranzo – 12:30 : sparecchiare la tavola
  • dalle 12:30 alle 13:00 : gioco libero in giardino
  • dalle 13:00 alle 15:00 : lezione
  • dalle 15:00 alle 16:00 : lezioni laboratoriali in lingua inglese
  • 16:00 : uscita
  • dalle ore 16:00 doposcuola e clubs

 

LA PROGETTAZIONE EDUCATIVA   – Perché scegliere YIES?

YIES è un modello di scuola che unisce tradizione e innovazione, un connubio unico tra apprendimento e scoperta e integra il meglio dei due programmi curriculari italiano e anglosassone.

Il metodo di YIES si basa sulla ricerca e sullo sviluppo della conoscenza legate all’esperienza personale. E’ un ambiente in cui gli studenti sono incoraggiati a sviluppare pensiero critico e abilità personali e dove vengono riconosciuti e valorizzati i diversi stili, i diversi tempi e le diverse modalità di apprendimento con l’obiettivo di  formare persone in grado di pensare in modo creativo, autonome ed efficaci nella soluzione dei problemi.

La scuola è l’ambiente educativo in cui elementi fondanti come serenità, supporto, collaborazione sono di primaria importanza, il luogo dove gli studenti sono incoraggiati e ricevono attenzioni mirate rispetto alle loro esigenze didattiche e personali.

L’obiettivo della scuola YIES è aiutare i bambini a diventare  cittadini  responsabili, autonomi e in grado di trovare le risorse per costruire il loro futuro e contribuire allo sviluppo sostenibile della comunità umana. Yieschool è Ecoschool  certificata, membro di Ecoschool International e l’educazione ambientale è parte integrante e integrata nel programma di apprendimento.

       All’interno di un ambiente stimolante e progettato a misura, dove gli spazi vengono utilizzati come potenziatori cognitivi (spazio scienza- spazio matematica – spazio arte – spazio lettura- spazio musica), gli alunni sono guidati  da insegnanti competenti verso l’esplorazione della conoscenza e  lo sviluppo delle competenze. Il metodo di Yieschool, che utilizza e valorizza, integrandoli, il meglio dei programmi scolastici italiano e anglosassone, si basa sulla ricerca, sull’esperienza diretta e su un apprendimento accademico rigoroso, utilizzando sia la lingua italiana, sia la lingua inglese e dalla Grade 2 ( classe seconda), la lingua spagnola.

Il curriculum di Yieschool segue in modo rigoroso gli obiettivi e gli argomenti delle diverse discipline del programma della scuola italiana, consentendo agli studenti di raggiungere perfettamente gli obiettivi (come dimostrano ogni anno i risultati degli esami che, al momento, vengono sostenuti nel plesso scolastico di zona). Al programma italiano si integra un consolidamento continuo e costante delle discipline linguistiche – inglese e spagnolo- che non sono materie, ma sono strumenti per veicolare le materie (storia, geografia, scienze, matematica, logica, project management, educazione fisica, teatro) esattamente, come la lingua italiana, che per la stragrande maggioranza degli studenti è L1 (Lingua madre). A ciò si aggiunge inoltre, una pianificazione serrata e costante tra gli insegnanti che in modalità OTOL (one teacher, one language) affrontano argomenti da punti di vista e con codici linguistici differenti, consentendo agli studenti di acquisire il vocabolario tecnico specifico e integrare sistemi diversi (sia di esempio la matematica che integra un insegnamento tradizionale accademico, teorico e rigoroso “all’italiana” con un approccio anglosassone più pratico, esperienziale, più legato al calcolo mentale e alla logica, potenziato dai supporti tecnologici).

L’utilizzo delle cosiddette Units of Inquiry (unità d’indagine – interdisciplinari), consente alle diverse discipline di integrarsi in una struttura di sviluppo della conoscenza non parcellizzata, ma coerente con il concetto di competenza quale mix di conoscenza, abilità e atteggiamenti, come declinato nelle linee guida della scuola dell’obbligo del Consiglio d’Europa (programma Education 2030).

Il potenziamento dell’area logico- matematica, l’inserimento del Coding (off-on line a seconda dell’età dei discenti), l’utilizzo della tecnologia a supporto dell’insegnamento, risponde perfettamente ai requisiti di potenziamento della cosiddetta area STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics).

Il lavoro sui cosiddetti “soft skills”, quali autonomia, capacità di gestire relazioni socialmente evolute, imparare ad imparare, è un lavoro continuo e costante ottenuto attraverso l’uso di discipline ancillari come il teatro e la musica che mirano altresì allo sviluppo di quella identità e consapevolezza culturale e valoriale, considerata presupposto essenziale per lo studente europeo del nuovo millennio.

La scuola Yies dà enorme importanza ad un insegnamento rigorosamente organizzato  a misura del singolo, nel rispetto reale delle sue potenzialità e capacità e come tale, nel pieno rispetto di eventuali disturbi dell’apprendimento, bisogni educativi speciali o plus-dotazione. Il bilinguismo potenzia l’apprendimento – questo è assodato- ma l’insegnamento bilingue abbisogna di training speciali e continui per il personale docente che è formato ad individuare precocemente le situazioni sopra descritte ed intervenire tempestivamente con l’aiuto di personale specializzato e il supporto delle e alle famiglie.

Apprendimento concettuale

L’approccio all’insegnamento e all’apprendimento è basato sullo sviluppo dei Concetti propedeutico alla veicolazione dei contenuti. Il che  crea un legame tra gli interessi degli studenti e le  conoscenze fondamentali che sono trasferibili tra le diverse discipline. L’esplorazione dei Concetti aiutagli studenti a capire le idee che si intersecano attraverso le diverse materie e ne formano il nucleo essenziale, la sostanza. Quando al bambino si richiede di lavorare sui concetti il suo livello di comprensione e di acquisizione dell’idea è molto superiore e si potenzia contemporaneamente la motivazione verso la conoscenza. L’esperienza inoltre, incoraggia l’apprendimento attivo e favorisce l’elaborazione e la memorizzazione.

In sintesi:

  • L’apprendimento attivo è  chiave per il  successo dell’apprendimento
  • Si parla di apprendimento attivo quando i bambini sono stimolati ad imparare ed interessati a scoprire cose nuove per loro stessi
  • L’apprendimento attivo guida i bambini verso scelte reali e li pone di fronte a decisioni da prendere
  • Quando esplorano, i bambini possono trascorrere molto tempo ad investigare ed indagare in molti modi diversi. Per i bambini è molto soddisfacente seguire i loro interessi e trovare risposte alle loro stesse domande.

Obiettivo della scuola  Yies è  gettare le fondamenta per il  “Progetto di Vita” in modo tale che i bambini abbiano un ruolo attivo nel loro processo di apprendimento, sviluppino talenti, curiosità, abilità nella gestione delle difficoltà e consapevolezza di sé. L’educazione plurilingue e multiculturale valorizza le diversità, punta al successo scolastico personale ed è presupposto per l’inclusione sociale e per lo sviluppo della partecipazione democratica.

Il modello di Yieschool è  assolutamente in linea con le competenze chiave promosse dal Curriculum  Europeo:

  • comunicazione nella madrelingua
  • competenze matematiche e scientifiche
  • competenze linguistiche
  • competenze digitali
  • imparare ad imparare
  • competenze sociali e civiche
  • senso di iniziativa ed imprenditorialità
  • consapevolezza ed espressione culturale ( musica, arte, drammatizzazione)

e declina in chiave innovativa e strategica  il concetto di competenza ( mix di conoscenza, abilità e atteggiamento), come indicato nelle Raccomandazioni del Consiglio d’Europa relative alle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

  • Imparare a collaborare lavorando in gruppo
  • Saper gestire i problemi in modo autonomo
  • Organizzare e decidere le priorità
  • Comunicare in modo efficace
  • Sviluppare senso civico e rispetto per gli altri

sono alcune delle abilità strategiche che il mondo del 21° secolo richiede. La Yieschool lavora in modo specifico e mirato sullo sviluppo di una socialità funzionale e consapevole. YIES è attenta alle esigenze di ogni singolo bambino, che viene seguito individualmente con cura e attenzione per permettere una crescita equilibrata e un apprendimento legato alle sue risorse, ai suoi talenti  e alle sue potenzialità.

YIESCHOOL è la scuola per i genitori che credono sia fondamentale consentire ai loro figli di andare verso il futuro con solide competenze, forte senso di responsabilità e capacità di adattamento in un mondo in velocissimo cambiamento.

 

L’aspetto bilingue

Il modello bilingue che adottiamo è basato su studi scientifici  avanzati e riconosciuti nel mondo dell’Educazione. E’ ormai assodato che il bilinguismo produce effetti positivi sia sullo sviluppo linguistico, sia accademico globale dei bambini e ciò vale soprattutto per quelli che  vengono esposti a lingue diverse in età precoce. Nel contempo, è importante sapere che le stesse ricerche evidenziano l’importanza di avere solide basi nella propria lingua madre: è fondamentale per i bambini non solo parlare e ascoltare storie nella propria lingua madre, ma anche partecipare a conversazioni per poter sviluppare un buon vocabolario. La lingua madre costituisce quindi il substrato necessario per lo sviluppo delle diverse componenti di multilinguismo. Una solida expertise nella propria madre-lingua permette di apprendere una o più lingue con meno difficoltà, siano esse linguaggi sociali o linguaggi accademici, cioè siano esse apprese come veicolo di comunicazione (lingua come materia) o come veicolo di trasmissione di altre materie.  Le competenze e le conoscenze si trasferiranno in automatico da una lingua all’altra (cross linguistic transfer). E’ fondamentale quindi, che la lingua madre continui ad essere sviluppata attraverso letture, racconti, storie anche al di fuori dell’orario scolastico.

Dalla seconda elementare viene introdotta anche la lingua spagnola.

I vantaggi del bilinguismo

Accurati studi evidenziano come i bambini che vengano esposti fin dalla tenera età a diverse forme di bilinguismo, sviluppino capacità  che consentono loro di eccellere in diverse discipline non solo legate all’ambito linguistico. Il rafforzamento delle competenze della madre lingua, insieme con la capacità di conseguire risultati brillanti nelle aree che sono a loro maggiormente congeniali, è assodato.

Nel bambino migliora la capacità di socializzazione: il bambino cresce non ritenendo un ostacolo la diversità linguistica e sa come mettere in atto strategie di adattamento ad un contesto di cui non padroneggia la lingua.

L’accesso a culture ed espressioni diverse poi, è fondante per una apertura mentale e capacità di adattamento che, nel mondo attuale, diventano fattori critici di successo e di soddisfazione personale.

In sintesi, Yieschool offre un modello di apprendimento rigoroso e innovativo insieme, un modello pedagogico che rispetta le tappe di crescita del bambino e del ragazzo, ma si adatta alle esigenze del profilo del nuovo discente inteso come essere non solo dotato di competenze acquisite ma in grado di acquisirne continuamente di nuove, di creare per sé le condizioni per realizzare il proprio potenziale all’interno di un contesto di crescita e sviluppo comuni.

Pari opportunità per D.S.A.– BES e PLUSDOTAZIONE

YIES è aperta a qualsiasi allievo portatore di disabilità o di disturbi di apprendimento o bisogni educativi speciali ed è in grado di sostenere le esigenze di ogni singolo allievo. La gestione della disabilità crea un terreno di miglior favore per educare alla diversità e sviluppare negli altri allievi un atteggiamento di cura, di empatia, di sensibilità alle esigenze altrui. Il progetto educativo di YIES mira a creare valore dalla esaltazione della potenzialità di ogni singola esperienza o evenienza. L’educazione alla gestione della disabilità e della diversità è un presupposto essenziale per creare i concetti educativi fondanti di inclusione e integrazione.

YIES è attenta alle esigenze di ogni singolo bambino, che viene seguito individualmente con cura e attenzione per permettergli una crescita equilibrata e un apprendimento legato alle sue risorse e alle sue condizioni.

Vengono elaborati piani di sostegno, in caso di difficoltà di apprendimento (DSA certificati, situazioni che richiedono un PEI,) e di recupero per raggiungere gli obiettivi richiesti in ogni disciplina. Inoltre si potenziano le competenze di chi raggiunge gli obiettivi con facilità. E’ prevista una consulenza psicologica, per quanto concerne lo sviluppo dell’apprendimento e della socializzazione degli alunni.

Un particolare cenno merita l’attenzione anche in termini formativi verso i docenti, che Yieschool rivolge al tema della Plusdotazione e allo sviluppo armonico di bambini con una valutazione di QI particolarmente elevato. Il programma bilingue, arricchito delle discipline artistiche, offre agli studenti in possesso di plusdotazione un’ampia gamma di stimoli e opportunità di crescita coerente con le loro esigenze.

 

IL PROGETTO CURRICULARE

OBIETTIVO: creare le fondamenta su cui ciascun individuo costruirà il suo progetto di vita, secondo i suoi propri talenti e potenzialità.

Utilizzando e integrando il meglio del curriculum italiano e anglosassone, con una attenzione mirata allo sviluppo delle competenze personali e delle espressioni artistiche, abbiamo creato un equilibrio di conoscenze ed abilità per sviluppare un’ampia e solida educazione bilingue, che possa formare ogni persona sul piano cognitivo e culturale, affinché possa affrontare la mutevolezza degli scenari personali, sociali e professionali, presenti e futuri.

La scuola Yies offre agli studenti occasioni di apprendimento dei saperi e l’approccio interdisciplinare valorizza le esperienze con approcci educativi attivi ed è finalizzato a guidare gli studenti lungo percorsi di conoscenza progressivamente orientati alle discipline e alla ricerca delle connessioni tra i diversi saperi, affinché si sviluppino abilità che favoriscano il pensiero critico, l’autonomia di giudizio, la ricerca, la soluzione di problemi e imparare ad imparare.  Ed il senso del sé.

Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

LINGUA – LANGUAGE E LITERACY

  • L’alunno partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti, in un registro il più possibile adeguato alla situazione
  • Ascolta e comprende testi orali cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo
  • Legge e comprende testi di vario tipo, facenti parte della letteratura in entrambe le lingue, ne individua il senso globale e le informazioni principali, utilizzando strategie di lettura adeguate agli scopi: formula su di essi giudizi personali
  • Sviluppa l’abitudine di leggere con costanza, sia per piacere personale che per informarsi
  • Utilizza abilità funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per l’apprendimento di un argomento dato; le sintetizza, in funzione anche dell’esposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica
  • Apprezza la ricca eredità letteraria in entrambe le lingue
  • Scrive testi corretti nell’ortografia, chiari e coerenti, legati all’esperienza e alle diverse occasioni di scrittura; rielabora testi parafrasandoli, completandoli, trasformandoli
  • Capisce e utilizza nell’uso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di alto uso di entrambe le lingue; capisce e utilizza i più frequenti termini specifici legati alle discipline di studio
  • Riflette sui testi propri e altrui per cogliere regolarità morfosintattiche e caratteristiche del lessico; riconosce che le diverse scelte linguistiche sono correlate alla varietà di situazioni comunicative
  • È consapevole che nella comunicazione sono usate varietà diverse di lingua e lingue differenti (plurilinguismo)
  • Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del discorso e ai principali connettivi

MATEMATICA/ MATHEMATICS 

  • L’alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali
  • Riconosce e rappresenta forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall’uomo
  • Descrive, denomina e classifica figure in base a caratteristiche geometriche, ne determina misure, proprietà, relazioni, progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo
  • Utilizza diverse misure ed unità di misura per descrivere e paragonare  quantità come la lunghezza, la capacità, il peso, il volume, il tempo e il denaro
  • Utilizza gli strumenti per la misurazione con attenzione ed effettua collegamenti tra le misure e i numeri
  • Ricerca dati per ricavare informazioni e costruisce rappresentazioni (tabelle e grafici). Ricava informazioni anche da dati rappresentati in tabelle e grafici
  • Riconosce e quantifica, in casi semplici, situazioni di incertezza
  • Legge e comprende testi che coinvolgono aspetti logici e matematici
  • Riesce a risolvere facili problemi (con frazioni, numeri decimali ecc.) in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati. Descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria
  • Costruisce ragionamenti formulando ipotesi, sostenendo le proprie idee e confrontandosi con il punto di vista di altri
  • Riconosce e utilizza rappresentazioni diverse di oggetti matematici (numeri decimali, frazioni, percentuali, scale di riduzione, …)
  • Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad utilizzare siano utili per operare nella realtà
  • Legge ed interpreta il linguaggio matematico con correttezza, utilizzando la crescente abilità di lettura e la conoscenza ortografica e grammaticale
  • L’alunno è introdotto al linguaggio algebrico come strumento per poter risolvere una varietà di problemi

STORIA/HISTORY

  • L’alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita
  • Riconosce e esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l’importanza del patrimonio artistico e culturale
  • Usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazioni
  • Individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali
  • Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti
  • Comprende i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche
  • Comprende i concetti storici di continuità e cambiamento, causa ed effetto, somiglianza e differenza ed il loro valore e li utilizza per effettuare collegamenti, analizzare i diversi punti di vista, definire domande con valenza storica e produrre semplici testi storici e analisi pertinenti
  • Individua la prospettiva storica contestualizzando la crescente conoscenza in diversi contesti: comprende i collegamenti tra la storia locale, regionale, nazionale ed internazionale
  • Usa carte geo-storiche, anche con l’ausilio di strumenti informatici
  • Racconta i fatti studiati, comprende avvenimenti, fatti e fenomeni delle società e civiltà che hanno caratterizzato la storia dell’umanità dal paleolitico alla fine del mondo antico con possibilità di apertura e confronto con la contemporaneità

GEOGRAFIA / GEOGRAPHY

  • L’alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali
  • Utilizza il linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre, realizzare semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progettare itinerari di viaggio  
  • Individua la posizione di luoghi importanti, sia terrestri che marini, discriminandone le caratteristiche fisiche ed umane
  • Riconosce e denomina i principali “oggetti” geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc.)
  • Individua i caratteri che connotano i paesaggi (montagna, collina, pianura etc) italiani, e individua analogie e differenze con i principali paesaggi europei e mondiali
  • Si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza
  • Coglie nei paesaggi mondiali della storia le progressive trasformazioni operate dall’uomo sul paesaggio naturale

SCIENZE/SCIENCE

  • L’alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere
  • Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l’aiuto dell’insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti
  • Creare un orto scolastico aiuta ad imparare i ritmi della natura e a rispettarli, a conoscere la stagionalità, a mangiare sano e la vocazione territoriale delle varietà ortofrutticole. La realizzazione e la cura dell’orto offrono la possibilità ai bambini e agli insegnanti di scoprire i tempi e i ritmi della natura e cogliere il forte legame che ci avvicina a ciò che mangiamo
  • Individuiamo piante a animali seguendo le loro tracce e realizziamo il nostro erbario
  • Museo naturalistico a Scuola: gli alunni istituiscono un loro museo naturalistico all’interno della scuola raccogliendo piante, foglie, fiori e terra
  • Dall’uovo all’adulto: osserviamo gli sviluppi dal vivo
  • Dal seme all’albero: giardino dei semplici e piante aromatiche e medicinali
  • Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali
  • Individua aspetti quantitativi e qualificativi nei fenomeni, produce rappresentazioni grafiche, elabora semplici modelli
  • Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali
  • Ha consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio corpo, nei suoi diversi organi e apparati, ne riconosce e descrive il funzionamento ed ha cura della sua salute
  • Ha atteggiamenti di cura verso l’ambiente scolastico che condivide con gli altri; rispetta e apprezza il valore dell’ambiente sociale e naturale
  • Espone in forma chiara ciò che ha sperimentato, utilizzando un linguaggio appropriato
  • La conoscenza scientifica dell’alunno gli permette di comprendere come usare la scienza in modo appropriato, oggi e nel futuro

MUSICA/MUSIC

  • L’alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte
  • Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri
  • Articola combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche, applicando schemi elementari; le esegue con la voce, il corpo e gli strumenti
  • Improvvisa liberamente e in modo creativo, imparando a dominare tecniche e materiali, suoni e silenzi
  • Esegue, ascolta ed interpreta generi e stili musicali di diverse culture, includendo brani di famosi compositori e musicisti
  • Impara a cantare usando la voce in modo corretto, a creare e comporre musica sia da solo che in gruppo, ha l’opportunità di imparare a suonare uno strumento musicale, usa la tecnologia in maniera appropriata e ha l’opportunità di migliorare le sue capacità musicali sino a raggiungere l’eccellenza musicale
  • Riconosce gli elementi costitutivi di un semplice brano musicale, utilizzandoli nella pratica

ARTE/ART

  • L’alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con molteplici tecniche, materiali e strumenti (grafico-espressivi, pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali)
  • E’ in grado di osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini (opere d’arte, fotografie ecc.) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati ecc.)
  • Individua i principali aspetti formali dell’opera d’arte; apprezza le opere artistiche e artigianali provenienti da culture diverse dalla propria
  • Conosce i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta sensibilità e rispetto per la loro salvaguardia

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE / PHYSICAL EDUCATION

  • L’alunno acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali
  • Sperimenta diverse esperienze per maturare competenze di gioco sport
  •  Sperimenta, in forma sempre più complessa, diverse gestualità tecniche
  •  Agisce rispettando criteri di sicurezza, per sé e per gli altri, sia nel movimento che nell’uso degli attrezzi
  • Riconosce i principi essenziali relativi al proprio benessere, legati alla cura del proprio corpo e ad un corretto regime alimentare
  •  Comprende, nel gioco e nello sport, il valore delle regole e l’importanza di rispettarle
  • Si assume responsabilità e si impegna per il bene comune
  • Attraverso l’educazione motoria impara le tabelline e le regole grammaticali

Il senso delle regole, della squadra e  lo sviluppo della responsabilità quindi si potenziano  attraverso l’educazione motoria. Si propongono attività di gioco e di sport, adeguati agli interessi e alle potenzialità dei bambini, a livello individuale, di gruppo e di squadra per apprendere un corretto schema posturale, per sviluppare capacità coordinative, di soluzione dei problemi e di iniziativa. Si potenziano aspetti quali la socializzazione, il rispetto delle regole, l’educazione alla concentrazione e all’attenzione, la fiducia, la competizione positiva, il rispetto per i componenti della squadra, l’autocontrollo e l’autostima di sé

CODING

Sviluppo di creatività e pensiero logico attraverso la programmazione

La programmazione (“coding”) è un mezzo per sviluppare al contempo la creatività e il pensiero logico e strutturato dei bambini.

In questo corso si insegna ai bambini in modo semplice ed intuitivo come funziona un computer “dall’interno” e come imparare a gestire la tecnologia su cui si basa attraverso un linguaggio di programmazione adatto ai bambini: sin da subito i bambini applicano le regole che vengono loro insegnate sviluppando programmi sempre più articolati. L’approccio naturale dei bambini e dei ragazzi di oggi alla tecnologia sarà la base di partenza per un viaggio nel mondo della programmazione, scoprendone i lati più divertenti e stimolanti e ritrovando in questo nuovo linguaggio tanta creatività, logica e matematica.

I bambini di Prima e Seconda fanno “coding off line” senza Ipad e senza pc. L’obiettivo è il gioco logico e lo sviluppo del pensiero sequenziale che porta ai rudimenti della programmazione.

DIGITALIZZAZIONE E OSSERVAZIONE INTELLIGENZA DIGITALE

L’inserimento precoce dei supporti tecnologici implica non una semplice gestione dell’informatica come materia, ma la digitalizzazione delle materie curricolari e l’utilizzo della tecnologia come acceleratore cognitivo.  L’uso dei device e la possibilità di integrare tra di loro le discipline attraverso progetti di digitalizzazione, comporta una necessaria osservazione dei comportamenti, che da ciò  derivano per capire lo sviluppo delle nuove forme di intelligenza digitale della generazione dei nativi digitali e contemporaneamente consentire la non perdita di funzioni di base come la scrittura manuale e la scrittura in corsivo.

Un interessante esempio di digitalizzazione disciplinare è costituito dal progetto letteratura in tweet in cui ai bambini viene chiesto di leggere un testo e di estrapolarne il significato ed esprimerlo in forma di tweet, cioè in 140 caratteri che però sono costituiti da caselle in cui si inseriscono le lettere manualmente. Questo tipo di esercizio consente lettura, meta-lettura e digitalizzazione guidata in forma personale e strutturata, aiuta la sintesi, inizia gradualmente all’uso del social in forma costruttiva e traduce in pratica un’importante integrazione tra discipline diverse.

SENSO CIVICO

La scuola promuove e sostiene  progetti benefici che vedano protagonisti i bambini stessi al miglioramento delle condizioni esistenziali di altri bambini, se possibile sul territorio stesso, o anche lontani. L’ obiettivo è quello di sviluppare nei bambini il concetto di comunità globale e aderenza ai bisogni comuni.

Attraverso educazione stradale, educazione legale ed economica, cercando di avere portavoci istituzionali, provenienti dal territorio, i bambini sono guidati alla scoperta e alla elaborazione delle regole della collettività e all’acquisizione delle competenze di cittadini italiani, europei e del mondo. Attraverso questi progetti la scuola realizza una importante connessione con il territorio che la ospita e crea opportunità di esperienze per gli studenti al di fuori del contesto scolastico.

SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE

La scuola YIES si propone come scuola GREEN e appartiene al network globale Ecoschool e pertanto promuove concetti di sostenibilità, rispetto della natura e dell’ambiente, rispetto degli esseri viventi, concetti di riciclo, recupero, utilizzo dei materiali poveri e contenimento sprechi. Attraverso i progetti di seguito descritti gli alunni sono coinvolti in prima persona:

  • The 4 “R´s” Reduce, Reuse, Recycle and Respect

Tutto si sviluppa attorno al concetto di rifiuto, di spreco, di risparmio energetico ed orienta i propri interventi secondo un tipo di educazione volta alla conoscenza delle materie e degli oggetti di consumo unitamente a quello che è il loro ciclo di vita (l’altra vita delle cose) al fine di maturare nei bambini un comportamento attivo e responsabile, protettivo nei confronti della nostra società consumistica, dove gettare ciò che non serve significa disinteresse del valore delle cose.

  • Rainwater Harvesting for School Garden – esploratori dell’acqua          Raccogliere a scuola preziosa acqua piovana , scoprire e sapere che la raccolta dell’acqua piovana è un ottimo modo di preservare l’acqua. Conoscere sistemi e dati che descrivono le caratteristiche delle precipitazioni.
  • Gli animali in estinzione, cosa possiamo fare?

Ricerche e approfondimenti a riguardo. Analisi e definizione delle ragioni. L’uomo è consapevole ? Creiamo collegamenti tramite mail e video con i Centri di protezione delle tartarughe marine in Italia e all’estero. Questo permette agli alunni di comprendere cosa veramente si può fare e diventare parte attiva del progetto

L’integrazione dei programmi consente di sviluppare una formazione ampia e solida. Il nostro obiettivo è quello di offrire l’apprendimento di saperi e linguaggi culturali di base per sviluppare strumenti di pensiero necessari ad acquisire e selezionare le informazioni. Promuoviamo negli alunni la capacità di elaborare metodi e categorie che siano in grado di fare da bussola negli itinerari personali, favoriamo l’autonomia di pensiero degli studenti, orientando la didattica alla costruzione di saperi a partire da concreti bisogni formativi.

Nella scuola YIES l’esperienza della conoscenza usa le diverse materie ed esperienze come grimaldelli per sviluppare capacità. L’obiettivo non è il bambino solo competente, ma il bambino sapiente, autonomo e consapevole. Il sapiente uso di elementi motivatori adatti all’età, potenzia l’esperienza della conoscenza rendendola divertente e massimizza la curva d’apprendimento.

Una attenzione particolare merita lo sviluppo dell’intelligenza emotiva e sociale nei bambini. Parlando di intelligenza emotiva, ci riferiremo a quattro aree, nello specifico:

  • abilità sociali (leadership, gestione dei conflitti, fare gruppo)
  • consapevolezza emotiva (riconoscimento ed espressione delle proprie emozioni, gestione e contenimento)
  • auto-controllo (adattamento, iniziativa, dire la verità)
  • consapevolezza sociale (empatia, lavorare insieme per un obiettivo comune, servizio verso gli altri, orientamento alla positività)

con particolare focus sulla consapevolezza emotiva che conduce all’autocontrollo e genera  consapevolezza sociale, empatia, discernimento delle emozioni altrui, rispetto e orientamento al gruppo.

VALUTAZIONI E PAGELLE

La valutazione è una componente fondamentale del lavoro scolastico ed è collegata in modo capillare con l’insegnamento. Lo scopo della valutazione è promuovere l’apprendimento, fornire informazioni sul percorso accademico e modellare l’insegnamento. La valutazione viene effettuata costantemente ed impegna tutti gli insegnanti coinvolti nell’attività didattica: la valutazione degli studenti si focalizza sulla crescita individuale e sugli obiettivi conseguiti.  La valutazione dei processi di apprendimento è di due tipi: formativa e sommativa. Si parla di valutazione formativa quando attraverso diversi strumenti e strategie si evidenzia il livello di qualità dell’acquisizione delle conoscenze, delle competenze e delle abilità dello studente durante il suo percorso formativo. I risultati di tali attività permettono all’insegnante di ridefinire e migliorare il suo insegnamento e allo studente di rendersi conto del punto in cui si trova nel suo percorso di apprendimento e conseguentemente di individuare gli obiettivi per colmare le lacune.
La valutazione formativa si può far risalire a Socrate che con il suo metodo maieutico stimolava i suoi allievi a far emergere le loro conoscenze e a ridefinirle in un processo continuo di crescita.
La valutazione formativa dunque è un processo attraverso il quale si può scoprire e capire ciò che è stato appreso, ciò che ancora rimane in sospeso e come migliorare. 
Nella scuola Yies le attività di verifica rispettano i seguenti principi:

Lo studente è considerato protagonista attivo. Lo studente individua cosa sta                                      acquisendo, applica le sue conoscenze e abilità, egli è motivato, riconosce i progressi che compie, è protagonista del proprio apprendimento.

Le strategie valutative sono inserite nell’istruzione, mirate agli obiettivi scelti, condivise con gli studenti ed in grado di rilevare gli aspetti critici da migliorare durante il percorso di insegnamento.

La valutazione formativa è utile all’insegnante perché lo informa sul livello di comprensione raggiunto dagli studenti e su cosa e come modificare per dare più opportunità di apprendimento. È utile agli studenti perché li aiuta a individuare i loro punti di forza e di debolezza e a definire gli obiettivi da raggiungere, quindi il what and how, il cosa e il come.
Mettere in atto la valutazione formativa significa promuovere negli studenti un pensiero critico, renderli protagonisti attivi su quanto e come impegnarsi per migliorare, supportati dalla guida dell’insegnante.

La valutazione sommativa determina il livello globale di abilità e di conoscenze raggiunto dall’alunno al termine di un quadrimestre e alla fine dell’anno scolastico.

All’inizio dell’anno scolastico, alla fine del primo quadrimestre e alla fine dell’anno vengono effettuate le seguenti prove in entrambe le lingue: 

  • una produzione testuale
  • una prova di grammatica ed ortografia
  • una prova di matematica
  •  una prova di lettura e comprensione.

La valutazione che verrà indicata nella pagella dell’alunno, sarà un connubio tra i risultati conseguiti nelle prove di verifica e il percorso didattico compiuto dal bambino per raggiungerli.

La valutazione avviene attraverso modalità rilevanti e significative come progetti, auto-valutazione, test, interviste etc. Questo permetterà agli insegnanti di valutare che gli studenti abbiano effettivamente compreso quanto insegnato e siano stati adeguatamente stimolati. All’inizio di ogni lezione gli insegnanti condividono con la classe gli obiettivi accademici della lezione e i criteri per il successo. I genitori saranno regolarmente informati sui progressi dei propri figli attraverso l’ausilio di diversi strumenti di valutazione quali pagelle, colloqui con gli insegnanti, conferenze tenute dagli studenti per condividere il lavoro svolto in classe  e il portfolio.

La restituzione delle valutazioni avviene attraverso momenti diversi di incontro:

  • Riunioni plenarie con i genitori delle singole classi all’inizio dell’anno scolastico, all’inizio del secondo pentamestre e alla fine dell’anno scolastico ( settembre – febbraio- maggio).
  • Incontri individuali genitori – insegnanti per la consegna di pagella e portfolio
  • Assessment con gli alunni che condividono con i genitori i risultati dei loro progressi

Incontri con i genitori in caso di problematiche dell’alunno:

  • Incontro con il singolo insegnante se il problema riguarda la materia o se vi sono sospetti di difficoltà cognitive, di apprendimento o sociali di base .
  • Incontro con anche il Preside se il problema è anche comportamentale o di dimensioni di maggiore responsabilità
  • Incontro con anche lo Psicologo in caso di problemi che riguardino sfera più ampia ed eventualmente interventi ad hoc, come richieste di valutazioni specialistiche.

CERTIFICAZIONI

Durante il corso di studi gli alunni vengono sottoposti agli esami di certificazione per valutare la loro competenza linguistica attraverso le certificazioni di Cambridge English Certificate.

USCITE DIDATTICHE

Le uscite didattiche e le esperienze di viaggio sono mirate ad ampliare le conoscenze culturali ma soprattutto a migliorare il rapporto e il dialogo fra insegnanti e alunni e fra gli alunni stessi. Partendo da questo presupposto, si pianificano uscite didattiche per arricchire e completare le conoscenze acquisite e per proporre agli alunni diversi spunti di riflessione della realtà che li circonda. Sono previste uscite per assistere a spettacoli teatrali, mostre, visite guidate a siti storici ed artistici nonché ad ambienti naturalistici. 

I viaggi di istruzione, “scuola fuori da Scuola” sono legati alla programmazione curriculare e costituiscono parte integrante dello svolgimento dei programmi stessi.

 

 

ATTIVITA’ EXTRA SCOLASTICHE

Il nostro progetto educativo propone delle attività che possono essere svolte dopo l’orario scolastico. I bambini e le bambine potranno scegliere a secondo delle loro attitudini:

Corsi di musica: di gruppo e lezioni individuali

Corsi di psicomotricità

Calcio

Corsi attività motoria in lingua inglese

Corsi di arte espressiva

Corsi di coding

Corsi di inglese

Corsi di spagnolo

E’ disponibile anche un “club del compito” che aiuterà a consolidare gli aspetti accademici trattati in classe.

Organizziamo serate formative e informative per i genitori tenute da psicologi e sociologi.

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA

Il Patto Educativo coinvolge la scuola, i genitori e gli alunni. L’ obiettivo principale è di costruire un’alleanza educativa con la condivisione di valori, metodi e contenuti.

La comunità scolastica si impegna a realizzare un clima positivo di crescita e di apprendimento per raggiungere i migliori risultati educativi, didattici e sociali.

      La Scuola si impegna a: 

  • offrire un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona, garantendo un servizio didattico di qualità in un ambiente educativo sereno, favorendo il processo di formazione di ciascuno alunno, nel rispetto dei suoi ritmi e tempi di apprendimento
  • fornire una formazione culturale ed educativa qualificata, aperta alla pluralità delle idee, nel rispetto dell’identità di ciascuno alunno
  • strutturare l’organizzazione in linea alle normative vigenti e funzionale all’applicazione del programma scolastico secondo le linee guida del P.O.F (Piano dell’Offerta Formativa) 
  • garantire allo staff e agli insegnanti tutto il supporto necessario sia dal punto di vista didattico che amministrativo
  • selezionare e assumere insegnanti con esperienza, formazione e attitudine in linea con i valori della scuola e la metodologia di insegnamento
  • favorire la piena integrazione degli studenti diversamente abili, promuovere iniziative di accoglienza e integrazione degli studenti stranieri, tutelandone la lingua e la cultura, anche attraverso la realizzazione di iniziative interculturali
  • collaborare e sostenere attraverso aiuti concreti gli alunni che affrontano difficoltà di apprendimento, al fine di favorire il successo formativo
  • promuovere il merito e incentivare le situazioni di eccellenza
  • mettere a disposizione degli alunni, genitori e staff competenze e professionalità
  • comunicare in maniera efficace e trasparente con genitori, alunni e staff
  • garantire la massima trasparenza nelle valutazioni degli alunni mantenendo un costante rapporto di comunicazione con le famiglie nel rispetto della privacy
  • mantenere adeguatamente l’ambiente scolastico per renderlo sempre accogliente e sicuro

Gli insegnanti si impegnano a :

  • favorire il dialogo con gli alunni e le loro famiglie creando un clima di fiducia e di collaborazione nel rispetto reciproco
  • definire con i bambini l’insieme delle regole e delle conseguenze, dei propositi, dei comportamenti da realizzare per creare un clima sociale positivo a scuola
  • rispettare l’individualità di ogni alunno valorizzandolo, sostenendolo  nel suo cammino di crescita
  • condividere gli obiettivi da conseguire e sostenere gli alunni durante i percorsi di apprendimento
  • organizzare le attività didattiche ed educative per favorire la comprensione e l’impegno, rispettando i  ritmi di apprendimento degli alunni e verificando l’acquisizione dei contenuti e delle competenze
  • condividere e collaborare con i colleghi al fine di pianificare l’attività scolastica in maniera efficace e stimolante per amplificare le competenze e conoscenze di tutti

I genitori si impegnano a :

  • instaurare un dialogo costruttivo e di fiducia con gli insegnanti, lo staff e la dirigenza scolastica rispettando le loro competenze
  • prendere visione della  Proposta Formativa e condividerla
  • rispettare il regolamento e l’organizzazione scolastica ; prestare attenzione alle comunicazioni scuola/famiglia – insegnanti/famiglia
  • comunicare con la scuola e/o insegnanti utilizzando i canali adeguati
  • sostenere i bambini nel loro percorso e stimolarli a nuove esperienze di apprendimento
  • valorizzare la scuola come istituzione, instaurando un positivo clima di dialogo nel rispetto delle scelte educative e didattiche condivise

La Dirigenza Scolastica si impegna a:

  • sostenere alunni, insegnanti e genitori nel rispettare il Patto di Corresponsabilità Educativa

FORMAZIONE DOCENTI. MONITORAGGIO E VERIFICA ATTIVITA’

La scuola intraprende momenti di formazione continua attraverso planning e meeting settimanali.

L’orario dei docenti prevede settimanalmente momenti di incontro per aree di discipline e per programmazione interlinguistica e momenti di formazione estemporanea con l’aiuto e il supporto di docenti esterni di tipo pedagogico, psicologico, tecnico e tecnologico. Particolare importanza è data alle tematiche riguardanti la Sicurezza del personale e degli alunni. Oltre ad ottemperare alle normative vigenti, la scuola adotta dei momenti di condivisione e confronto su tematiche riguardanti la sicurezza fisica, ma anche psicologica degli alunni.

La verifica dei risultati raggiunti viene effettuata attraverso prove, assessment, test di diverso tipo compresi test esterni come le certificazioni Cambridge, i test invalsi, il contest Kangourou.

La scuola partecipa da anni ad un progetto di osservazione dell’Università Bicocca che mira a verificare i progressi linguistici nei bambini precocemente esposti al Bilinguismo vs bambini monolingui italiani e inglesi. L’osservazione si riferisce alla fascia d’età della prima- terza e quinta elementare.

L’attività degli insegnanti viene monitorata attraverso osservazioni e staff meeting e momenti di formazione che prevedono laboratori e restituzioni.

Particolare enfasi viene data alla formazione su DSA/BES e plusdotazione nei bambini bilingui. In questo particolare ambito formativo la scuola si appoggia a istituzioni universitarie o consulenziali che operano nel settore dei disturbi di apprendimento e nella plusdotazione.